Come pulire un filtro aria sportivo di cotone

Di seguito vi mostrerò come ho effettuato la pulizia del filtro aria motore sportivo a pannello.
Questo tutorial parla della procedura “standard” applicabile alla maggior parte dei filtri sportivi ma è consigliato documentarsi sulla procedura specifica nel caso ne aveste uno diverso o particolare.

Inoltre, se volete saperne di più sui filtri aria in generale, vi consiglio di leggere l’approfondimento sul filtro aria motore auto.

Tempo necessario per l’operazione: un paio di giorni

Difficoltà: facile

Materiale necessario:

  • Filtro aria sportivo
  • Detergente sgrassante apposito
  • Olio lubrificante apposito
  • Acqua
  • Bacinella (opzionale)
  • Scopino o pennello (opzionale)
  • Giornali (opzionali)
  • Guanti in gomma (opzionali)

Questa procedura può e deve essere eseguita diverse volte nel corso degli anni per garantire un corretto filtraggio dell’aria e per tenere in buone condizioni il filtro anche fino a 80-100 mila chilometri.

E’ buona abitudine pulire il filtro aria sportivo ogni 10-15 mila chilometri circa, poi dipende molto dalle strade che si percorrono.
Se si guida prevalentemente su strade sporche, polverose o sabbiose, puliamolo prima, altrimenti anche dopo, sta a noi.

Iniziamo:

Per prima cosa dobbiamo estrarre il nostro filtro aria sportivo dalla sua sede, a questo proposito vi rimando all’apposita guida come cambiare il filtro aria.

Una volta estratto il filtro aria sportivo inseriamone momentaneamente uno classico, se ci serve l’auto, in quanto per eseguire correttamente l’operazione avremo bisogno di circa 2 giorni.

Posizioniamoci sopra un lavandino o una vasca, teniamo il filtro con la parte sporca verso il basso e iniziamo a battere ed a scuotere da tutti i lati in modo che possano cadere eventuali impurità.
Se, dopo gli scossoni, notiamo ancora grossi detriti in mezzo alle pieghe, possiamo utilizzare uno scopino o un pennello per pulire ulteriormente il tessuto, l’importante è che questi utensili non siano troppo rigidi.

“Evitiamo di usare strumenti troppo invadenti quali aria compressa, utensili appuntiti o simili perchè rischieremmo di compromettere la struttura del tessuto e quindi la capacità filtrante.”

A questo punto prendiamo il detergente e spruzziamolo abbondantemente su tutta la superficie sporca, insistendo in mezzo alle pieghe. Dopodiché diamo una passata, meno abbondante, anche alla parte pulita e lasciamo agire il detergente per almeno 10-15 minuti.

Dopo aver fatto agire il detergente, prendiamo il filtro e passiamolo sotto acqua corrente, fredda o al massimo tiepida, principalmente dalla parte pulita, in modo da sciacquare via il detergente e lo sporco.

Adesso lasciamo asciugare lentamente il filtro, sempre con la parte pulita rivolta verso l’alto, in un posto fresco e asciutto, evitando l’esposizione diretta al sole o altre fonti di calore. Lasciamolo asciugare almeno una notte o meglio un giorno intero su dei giornali o dentro una bacinella.

“Se dopo aver lavato il filtro ci accorgiamo che questo è ancora molto sporco, ripetiamo l’operazione di lavaggio.”

Quando siamo sicuri che il filtro è completamente asciutto e pulito, mettiamolo sopra dei giornali, questa volta con la parte esterna rivolta verso l’alto e spruzziamo in modo uniforme su tutta la superficie l’olio apposito, da una distanza di circa 15-20 centimetri.
Quest’olio è volutamente colorato di rosso per aiutarci a distinguere le zone già abbondantemente lubrificate da quelle meno lubrificate in modo da coprire uniformemente la superficie del tessuto.

Naturalmente non esageriamo con l’olio, l’importante è che tutta la superficie sia coperta da uno strato uniforme, comprese le pieghe, i lati e gli angoli.

“Se ci dovessimo accorgere di aver lubrificato eccessivamente il tessuto, possiamo rilavare il filtro e ripetere l’operazione in modo corretto.”

Ora che il filtro è pulito e oleato, non ci rimane che togliere l’olio in eccesso sui bordi del filtro stesso e di lasciarlo riposare ancora alcune ore, con la parte oleata verso il basso, in modo che il tessuto si impregni correttamente ed eventuale olio in eccesso possa defluire liberamente.

Dopo alcune ore puliamo i bordi, se fossero ancora unti, e possiamo finalmente andare a rimontare il filtro aria sportivo sulla nostra auto.

Potrebbe piacerti anche