Cambio e spurgo liquido freni

Di seguito vedremo come sostituire il liquido dei freni ad una fiat punto mk2 1.2 16V del 1999 senza ABS.
La procedura è, in linea di massima, la stessa per la maggior parte dei veicoli ma è bene informarsi sulla corretta procedura da effettuare sul proprio veicolo prima di cominciare.

Esistono vari modi per cambiare il liquido dei freni, in questa guida vedremo forse il modo più classico o perlomeno quello più utilizzato.

Operazione consigliata ogni: 60.000 km oppure 2 anni

Tempo previsto per l’operazione: circa 1 ora (dipende molto dall’esperienza)

Difficoltà: Media

Costi sostenuti: 12 euro – 2 flaconi da mezzo litro di olio dot 4 (6 euro l’uno)

Attrezzi e materiali necessari:

  • 2 flaconi di olio tutela top4 dot 4 (confezioni sigillate o aperte da poco)
  • Chiave esagonale misura 7 e 8 per le viti di spurgo (meglio se del tipo chiuso)
  • Cric
  • Cavalletti (consigliati)
  • Bottiglietta di plastica (per raccogliere l’olio vecchio)
  • Tubicino trasparente (per vedere il colore dell’olio ed eventuali bolle)
  • Carta assorbente o stracci (per pulire eventualmente si sporchi qualcosa di olio)
  • Guanti in lattice (consigliati)

Questo lavoro va svolto a motore rigorosamente spento!

Iniziamo:

La prima cosa da fare è quella di svuotare il serbatoio del liquido freni, se ne abbiamo la possibilità. Possiamo usare, a questo scopo, una comune siringa oppure una pompetta aspira liquidi.
Svuotiamo quindi il serbatoio fino alla tacchetta del minimo all’incirca dopodiché riempiamolo fino al massimo con olio nuovo.

Nel mio caso non ho potuto svuotare la vaschetta perchè l’imbocco era ostruito da un filtro che credo si possa togliere, ma non ho voluto forzarlo.

Nel caso non riuscissimo a togliere il liquido dalla vaschetta la procedura non cambia ma sarà un po’ più lunga sulla prima vite di spurgo, dato che dovremo far fuoriuscire tutto il liquido vecchio da lì.

Ora è il momento di sollevare l’auto e togliere la ruota per cominciare con il lavoro. Solleviamo l’auto in corrispondenza della ruota sulla quale vogliamo agire. Possiamo partire da una qualsiasi ruota ma sarebbe più giusto partire da quella più lontana alla vaschetta, la posteriore lato passeggero.

Per vedere in dettaglio come sollevare un’auto e togliere una ruota ti consiglio di dare un’occhiata a quest’altra guida: “Come cambiare una ruota”.

Una volta sollevata l’auto posizioniamo, vicino al cric, un cavalletto, per garantirci la stabilità dell’auto, e smontiamo la ruota interessata.

A questo punto ci troviamo davanti il disco o il tamburo. Le viti di spurgo si trovano, nel primo caso, sul lato esterno posteriore della pinza (è infatti consigliato girare la ruota per facilitare l’operazione), nel secondo caso invece si trova in alto, dietro il tamburo. In entrambi i casi le viti di spurgo sono coperte da un cappuccio di gomma che ne preserva la pulizia.

Non ci resta che togliere il tappino di gomma che copre la vite di spurgo e collegare ad essa una estremità del tubicino trasparente. L’altra estremità la inseriamo nella bottiglietta di plastica che ci servirà per raccogliere l’olio dei freni.

Ora possiamo finalmente cominciare con la procedura vera e propria.

Una persona dovrà mettersi al posto di guida e premere il pedale del freno più volte. Dopo diverse pompate dovrà tenere premuto il suddetto pedale. Nel momento in cui la persona dentro l’abitacolo tiene il pedale del freno premuto, chi sta fuori deve aprire la valvola di spurgo girandola di circa mezzo giro.

A questo punto uscirà una parte di olio freni vecchio, di colore scuro, ed eventuali bolle di aria. Fatto uscire un pò d’olio richiudiamo la valvola di spurgo e diciamo a chi sta dentro l’abitacolo che può rilasciare il pedale del freno e può ricominciare a pompare in modo da ripetere l’operazione.

Non dovrà essere rilasciato il pedale del freno prima che la vite di spurgo non sia stata chiusa. In caso contrario potrebbe essere risucchiata aria dentro l’impianto!

Di tanto in tanto bisognerà verificare e ripristinare il livello di olio nella vaschetta. Questo non dovrà mai scendere sotto il minimo o rischiamo di far entrare aria nell’impianto.

Questa procedura dovrà essere ripetuta finché non vedremo fuoriuscire liquido freni nuovo attraverso il tubicino. Nel momento in cui vediamo uscire solo olio nuovo e senza bollicine possiamo chiudere definitivamente la vite di spurgo, pulire le parti sporcate di liquido, rimettere il tappino di gomma e passare ad un’altra ruota.

Dovremo effettuare tale procedura su tutte e quattro le ruote naturalmente.

Dopo aver finito con tutte e quattro le ruote non ci rimane che ripristinare il livello di olio freni nella vaschetta al punto in cui si trovava prima di cominciare ma comunque mai sotto la metà.

In caso avessimo cambiato anche le pastiglie potremmo invece rabboccare fino al massimo o poco meno.

Non ci rimane che fare un giro di prova facendo attenzione ed evitando, almeno inzialmente, frenate al limite.

Alcune note aggiuntive:

  • Portiamo l’olio freni vecchio in un centro per lo smaltimento
  • Cerchiamo di sigillare il restante olio che useremo per eventuali rabbocchi futuri
  • Non utilizziamo un olio che abbiamo conservato, aperto, da diversi anni
  • L’olio dei freni è igroscopico (assorbe umidità) e corrosivo
  • Evitiamo di sporcare con l’olio il disco, le pastiglie o la carrozzeria
  • L’impianto contiene, in questo caso, circa mezzo litro di olio

Buon lavoro!

Potrebbe piacerti anche