Come cambiare i cavi candela

In questa guida vi mostro come ho sostituito i cavi candela ad una fiat punto 2 del 1999 1.2 16V.
La procedura è pressoché la stessa in molti casi ma consiglio di documentarvi su come effettuare la sostituzione sulla vostra auto dato che potrebbero cambiare dei dettagli da caso a caso.

Per la sostituzione dei cavi candela affidiamoci alle tempistiche riportate nel libretto di uso e manutenzione ma generalmente questi andrebbero cambiati ogni 50-60.000km circa oppure quando ne sentiamo la necessità, per via di vuoti in accelerazione o mancate accensioni per esempio.

Effettuiamo questo lavoro a motore freddo o al massimo tiepido per evitare scottature!

Tempo stimato per l’operazione: 15-20 min circa

Difficoltà: Facile

Attrezzi e materiali necessari:

  • N.4 cavi candela nuovi e compatibili con il nostro motore
  • Cacciavite a croce medio (per svitare il coperchio del filtro aria)
  • Chiave esagonale misura 10 (per svitare l’air-box)
  • Protettivo per contatti elettrici (consigliato ma opzionale)

Iniziamo:

Per prima cosa scolleghiamo la batteria per lavorare in modo sicuro.

Per raggiungere i cavi candela dovremo allontanare l’air-box dato che si trovano al di sotto di esso.
Per fare ciò svitiamo il coperchio del filtro aria, con un cacciavite medio a croce, e appoggiamolo nelle vicinanze. Dopodichè svitiamo le 3 viti che tengono ancorato l’air-box al motore con una chiave esagonale del 10.

Ora scolleghiamo il tubo che va al corpo farfallato dall’air-box allentando la relativa fascetta. Ora possiamo allontanare l’air-box e ci ritroveremo davanti il motore vero e proprio.

A questo punto avremo libero accesso ai cavi candela e l’operazione è molto semplice come vedremo. Nonostante questo dovremo fare particolare attenzione alla disposizione dei cavi, questi hanno un ordine ben preciso e non sono posizionati a caso sulle bobine.

Il modo più semplice per non sbagliarci è naturalmente quello di eseguire la sostituzione dei cavi uno alla volta.

Prendiamo quindi una pipetta dai lati oppure, se presente, dall’apposito sostegno e tiriamola verso l’alto. Se non dovesse venire su ruotiamo leggermente la pipetta in modo da facilitarne il distacco dalla candela ma non forziamo troppo, in quanto, sopratutto se la pipetta è molto vecchia, rischiamo di romperla e l’operazione risulterà più macchinosa.

Una volta estratta la pipetta, liberiamo il relativo cavo dall’eventuale sostegno, dopodiché stacchiamo, seguendo sempre il cavo, anche il relativo spinotto posto sulla bobina.

A questo punto mettiamo via il cavo vecchio e prendiamo il cavo nuovo compatibile con il nostro motore (li troviamo dai ricambisti), ma non uno a caso bensì l’unico con la stessa lunghezza del cavo che abbiamo appena tolto.

Prima di rimontare il cavo nuovo possiamo spruzzare sui due connettori del protettivo per contatti elettrici avendo cura di toglierne o farne asciugare l’eccesso.

Ora possiamo proseguire con il montaggio del cavo nuovo eseguendo la procedura di estrazione al contrario.

Inseriamo quindi lo spinotto nell’unico foro, della bobina, rimasto vuoto, dopodiché infiliamo la pipetta dentro l’unico pozzetto vuoto sulla testa. Spingiamo la pipetta fino in fondo finché non sentiamo un “clac”, segno che abbiamo correttamente agganciato la pipetta sulla testa della candela. Fermiamo il cavo dentro l’eventuale sostegno e ripetiamo le suddette operazioni anche sugli altri 3 cavi candela.

Fatto ciò non ci rimane che rimontare l’air-box, ricollegare la batteria e mettere in moto!

Potrebbe piacerti anche